Cosa ho amato di Queenscliff: casa per 7 mesi

Ripensando al momento in cui ho cercato “Queenscliff” su google per la prima volta, mi rendo conto di non essere sicura di averla scelta io come prima meta del mio viaggio in Oz. Penso che Queenscliff abbia scelto me, e no, non è un riferimento a Harry Potter. So solo che è stato amore a prima vista, lo sentivo già “my place”. Si trova nello stato del Victoria, siamo sempre in Australia, ed è un vecchio villaggio di pescatori con poco più di 1300 abitanti durante i mesi freddi arrivando anche a 10.000 in estate. Mi sembrava doveroso spendere due parole per il posto che mi ha ospitato per tutti questi mesi, pur consapevole che mai a parole potrei descriverne la bellezza e le sensazioni che mi ha lasciato. Per questo, sicura che diventerei troppo sentimentale e mi dilungherei parecchio se lasciassi ricordi ed emozioni prendere il sopravvento, penso che individuare solo alcune caratteristiche che mi hanno fatto innamorare di Queenscliff sia la scelta migliore.


ESTATE Descriverei Queenscliff in estate con una parola: magica. Per quanto possa sembrare monotona e per niente turistica, si rivela essere tutto il contrario. Quella che per la maggior parte dell’anno è una cittadina tranquilla e con poche persone si trasforma in un fiume di turisti e non che passeggiano per Hesse Street, ragazzi e bambini in costume pronti a scendere in spiaggia, ristoranti e gelaterie aperti fino a tardi ed eventi quasi ogni weekend. Ma poi vogliamo parlarne di passare Natale in spiaggia con 40° ?

EVENTI Parlando di eventi, Queenscliff durante l’anno ne ospita parecchi, il più grande e famoso è il Queenscliff Music Festival. E’ un grande evento di arte e musica che per tre giorni ospita un sacco artisti e porta migliaia di persone. Oltretutto, i biglietti per il QMF 2019 sono già online. Per chi ama la musica c’è un’altra bellissima attrazione “aperta” tutto l’anno a Queenscliff. Si chiama “The Blues Train” ed è appunto un treno che parte da Queenscliff e arriva a Drysdale, una cittadina vicina. Il treno ha 4 vagoni e la sua particolarità è che ogni vagone ospita delle performances diverse, un duo, un cantante singolo, un trio e una band con tanto di dance floor. Si cena a bordo prima della partenza e durante il viaggio si ha la possibilità di girare per tutti e quattro gli stage. Si trovano date, artisti e biglietti online. E infine come dimenticare l’evento in cui ho avuto l’onore di conoscere i veri “bogans” australiani. Queenscliff Road Run, il festival delle macchine d’epoca, si tiene a febbraio e porta centinaia di persone, si tratta di una perenne sfilata che dura due giorni, uno spettacolo a cui per quanto mi riguarda vale la pena assistere non tanto per le macchine, ma per le persone che vi partecipano!

TRAMONTI Per chi come me ama il mare e non può starci proprio lontano Queenscliff è il paradiso, ne è circondata e le sue spiagge mi hanno ospitato in tante, lunghe passeggiate. In ogni passeggiata fatta a fine giornata mi ha sempre regalato dei tramonti mozzafiato, tra i più belli visti in vita mia. E so che per noi sardi, questa frase potrebbe sembrare una blasfemia ma devo proprio ammetterlo! Non sono mai riuscita a rendergli giustizia né con le parole, tanto meno con le foto. Ma li ricordo tutti alla perfezione, come se per ognuno di essi avessi scoperto un nuovo colore.

GENTE Solo in realtà così piccole hai la possibilità di conoscere la vera e propria gente del posto. Ecco la differenza con le grandi città, ecco perché Queenscliff. Quando il tuo obiettivo è quello di conoscere una nuova cultura, capirne lo stile di vita e apprezzarne le sfaccettature la scelta dovrebbe sempre ricadere sulle piccole comunità. Ho vissuto in una famiglia, ho conosciuto vicini di casa, amici, ho scelto il mio bar di fiducia e ho anche iniziato a lavorare per loro. Grazie a Queenscliff ho conosciuto la vera anima australiana, quella che ha sempre una parola per te, al bar, in negozio o per strada, quella per cui sembra assurdo essere due sconosciuti ma trovarsi nello stesso posto e non scambiare due chiacchere. Quella che è curiosa di chiedere e conoscere la tua storia, quella che è tutto un “please” e un “thank you”.

Ci sarebbe tanto altro da scrivere, mi piacerebbe parlare del cibo, dei tanti bei posti che ci sono a Queenscliff, di quanti angoli nascosti potresti trovare facendo una passeggiata, delle numerose panchine vista mare da cui poter godere di un panorama mozzafiato e di quanto si potrebbe imparare da cittadine così. Ma diventerebbe davvero tanto, troppo lungo. Per ora, thanks Queenscliff, see you soon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *